Passa ai contenuti principali

Il libro sul comodino...

Quella che una volta era la rubrica "Letture del mese" adesso l'ho ribattezzata "Il libro sul comodino" poiché spesso accade che in un mese non riesco a completare nessun romanzo.
Ma la lettura è una passione che non abbandonerò mai e quindi eccomi qui oggi a parlarvi dell'ultimo romanzo che ho avuto sul comodino... si tratta di Caffé amaro di Simonetta Agnello Hornby.


La trama: gli occhi grandi e profondi a forma di mandorla, il volto dai tratti regolari, i folti capelli castani: la bellezza di Maria è di quelle che gettano una malìa su chi vi posi lo sguardo, proprio come accade a Pietro Sale, che se ne innamora a prima vista. Maria ha solo quindici anni, Pietro tretaquattro; lui è un facoltoso bonvivant che ama iviaggi, il gioco d'azzardo e le donne; le proviene da una famiglia socialista di grandi ideali ma di mezzi limitati. Eppure, il matrimonio con Pietro si rivela una scelta felice: fuori dalle mura familiari, Maria scopre un senso più ampio dell'esistenza, una libertà di vivere che coincide con una profonda percezione del diritto al piacere e a piacere. Durante una vacanza a Tripoli, complice il deserto, Maria scopre anche di cosa è fatto il rapporto che, fino ad allora oscuratamente, l'aveva legata a Giosuè. Comincia una rovente storia d'amore che copre più di vent'anni di incontri, di separazioni, di convegni clandestini in attesa di una nuova pace.

Sarà per motivi geografici, ma i romanzi ambientati in Sicilia per me hanno sempre un sapore particolare.
Caffè amaro è stato il primo romanzo che ho letto dell'Agnello Horby, e a primo impatto il suo stile di scrittura mi è piaciuto molto, in quanto semplice e scorrevole.
La storia, ambientata tra la prima e la fine della seconda guerra mondiale, viene sfiorata solo marginalmente dal clima di guerra, in quanto il focus è sulla famiglia Marra ed in particolare sulla vita di Maria, una donna con una mentalità molto aperta per l'epoca in cui vive.

Molto piacevole, non particolarmente avvincente, ma sicuramente non era questo l'intento dell'autrice, mi sento di consigliarvelo per il periodo estivo.

Voi cosa state leggendo in questo momento?



Commenti

  1. L'ho letto e l'ho amato, adoro la Hornby! Il suo primo libro che ho letto è Via XX Settembre e da lì ho deciso che li avrei letti tutti! Per ora sono a quota 3 (letto anche La Zia Marchesa), penso che il prossimo sarà La Mennulara, di cui hanno fatto anche la graphic novel, infatti sto aspettando perché sono indecisa tra quest'ultima e il romanzo vero e proprio!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ogni commento che lasciate è una spinta in più per andare avanti!
No spam please!!! Grazie!!!!

Post popolari in questo blog

Outfit da giorno per tutto il giorno!

Quest'anno sono più impegnata del solito, spesso esco la mattina presto e torno a casa solo nella prima serata. Per questo motivo ho bisogno di indossare outfit comodi; allo stesso tempo però non voglio rinunciare ad un tocco fashion.
Oggi quindi voglio farvi vedere su quali abiti ricade spesso la mia scelta quando apro l'armadio e sono di fretta ma non voglio sbagliare!
Mi piace iniziare dall'intimo e soprattutto dal reggiseno:
Ultimamente il modello che mi piace di più è morbido, in pizzo, con una fascia larga appena sotto il seno; il risultato lo trovo sexy e comodo, binomio quasi impossibile!



Lo stesso vale per gli slip, non troppo minimal ma allo stesso tempo curati nei dettagli e con un tocco particolare, in questo caso il tessuto.


Passiamo adesso ai vestiti!!! Guardando i capi della stagione fall/winter '16 sono entrata in fissa con il jeans grigio e con piacere ho visto che molti brand lo hanno proposto.
Il modello che mi piace di più è il boyfriend, quindi l…

Summer 2017: flower power!

Se c'è una parola d'ordine per la moda dell'estate 2017 è: floreale.
Le fantasie floreali fanno capolino da tutti gli stand dei maggiori brand e seppur mi rendo conto che è una fantasia abbastanza impegnativa, trovare qualcosa di discreto ma originale e di tendenza non è così difficile.

Anche un'amante delle tinte unite come me non ha saputo resistere all'acquisto di un capo con fantasia floreale.


Cosmetic review num. 276... Clarins - BB Skin detox fluid

Con l'arrivo della calda stagione sono tante le cose che non sopporto, tra cui lo sterzo caldo della macchina, il sudore, la gente che va a mare mentre io devo studiare o andare a lavoro, il fondotinta.
Sicuramente non posso uccidere chi va a mare e non posso eliminare neanche del tutto il sudore, quindi l'unica cosa a cui posso porre rimedio è il fondotinta!!!!!
Per questo, ogni anno, al primo accenno di caldo inizio a usare le creme colorate.
L'anno scorso è stato l'anno della BB cream di Biother ( trovate qui la recensione ).
Quest'anno volevo qualcosa di ulteriormente opacizzante, così la mia scelta è ricaduta sulla BB Skin Detox fluid di Clarins.